Chi siamo - Gestione del processo di vendita

Cerca nel sito
Vai ai contenuti

Menu principale:


Chi siamo, da dove veniamo

Alfredo Angrisani, consulente di direzioe e, a volte,turista
Alfredo Angrisani, consulente di direzione e, a volte, anche turista.

La newsletter




Contatto

 Tel: +39 340 869 7635
 Skype: alfredo.angrisani






Insoddisfazione & incontri

Il primo incontro, casuale, fra me, Alfredo Angrisani, ingegnere industriale, consulente di direzione, già dirigente di aziende di commercio, di produzione e di certificazione, e di Dieter Legat, ex manager di Hewlett Packard, co-fondatore di Delta Institute Switzerland.

Come manager, da tempo provavo insoddisfazione rispetto alle 'anomalie' dell'attività commerciale rispetto al resto dell'azienda:

  • Metodi di lavoro sostanzialmente diversi,

  • Individualismo,

  • Diversi schemi retributivi,

  • Mancanza di coordinamento, se non conflittualità strutturale,

  • Pessima gestione della variabilità ...


Potrei continuare un pezzo.

E' come uno di quei malanni che si finisce per considerare inevitabili e coi quali, tra alti e bassi, si convive.

Ma il malessere era lì. E non era detto che fosse inevitabile.

Lo stesso senso di insoddisfazione lo provavano -su una scala professionale diversa!- nei primi anni 2000 due top manager svizzeri dell'HP, Dieter Legat e William Woher.

La soluzione trovata


Essi trovarono nella Theory of Constraints la via per affrontare in modo scientifico questo 'malessere'. In particolare, come spiegano dell'introduzione al loro testo Unblock The Power of Your Salesforce, furono guidati dal consiglio di H. William (Bill) Dettmer, uno dei massimi esperti di System constraints management e autore di numerosi testi su questo argomento, sulla navigazione strategica e sulle applicazioni alle operations.

E, questo, è il secondo incontro fortunato. Bill è (oltre che un amico) una persona eccezionale, sia professionalmente che umanamente. Da quando mi ha introdotto e certificato nel 2008 alla metodologia dei Thinking Processes, non ho perso occasione per sfruttare la sua conoscenza, la sua esperienza, le sue indicazioni e -soprattutto- il suo buonsenso nell'applicare tutto questo.

Al dilà delle differenze di paese, di lingua e di esperienze professionali, è stato quindi facile il dialogo fra me e Dieter, sulla base della insoddisfazione per la gestione commerciale e sulla condivisione della gestione sistemica e delle tecniche TOC di System problem solving.

La convergenza


E' un mix molto vario ma sicuramente convergente di esperienze e di metodi operativi che desideriamo sottoporvi.

Siamo convinti che -come diceva Deming- la teoria sia essenziale. Essa permette di vedere al dilà delle nostre esperienze correnti. Senza teoria non vi è previsione possibile. Senza previsione, non è possibile il cambiamento.

"Cambiare non è obbligatorio ma, d'altronde, non lo è nemmeno sopravvivere."


In conclusione: i metodi sistemici permettono previsione e cambiamento, quindi sono lo strumento giusto per garantire crescita e, insieme, stabilità.


Cavalcare l'onda, non affogarci dentro

L'insieme delle nostre diverse esperienze manageriali dirette unite ad un innovativo e robusto schema concettuale coi relativi strumenti di implementazione e di supporto anche software, è esattamente quello che serve per cavalcare l'onda delle opportunità che passano continuamente sotto ai nostri occhi ed evitare, al contempo, di farsi travolgere da variabilità e ostacoli mal compresi e mal gestiti.

Volete saperne di più?


 
Torna ai contenuti | Torna al menu